QUESTO SITO NON E' PIU' AGGIORNATO DALL'ANNO 2017

IL NUOVO SITO UFFICIALE DI GIACOMO BERGOMI
E' RAGGIUNGIBILE ALL'INDIRIZZO:

WWW.GIACOMOBERGOMI.COM

CLICCA QUI

 


Home
Introduzione al sito
Biografia
Mostre personali
Mostre collettive
Premi e riconoscimenti
Antologia critica
Opere
Esposizioni permanenti
Catalogazione
Memoteca
Notizie
Links
Mailing List
Contatti

 
 
ANTOLOGIA CRITICA DI GIACOMO BERGOMI

LE CASCATE DI BERGOMI
Dalla nostra Bassa alle cime delle Ande e ritorno.

Contadini e campesinos sono stati i soggetti preferiti di Giacomo Bergomi, che nelle terre andine ha saputo trarre le intensità della civiltà rurale. E Bergomi ripercorre ora un nuovo viaggio che lo riporta ai confini di un universale, appena persa civiltà contadina, dalle cascine della pianura ai mercati e alle capanne peruviane. La nuova stagione dl Bergomi trae ispirazione dall'acqua primordiale, dai fossi dell'infanzia, dal fiume della sua terra, dalle donne e dagli uomini di ogni età, puliti e purificati nel liquido allegorico della nascita. Ecco la novità di Bergomi, le cascate maestose di una terra lontana, riassuntive di una somma lunga di energie vitali ed estetiche.
La raccolta delle sue opere, dipinti a olio e disegni, che dalle cime andine seguono lo scivolare a valle delle cascate bianche, si fa mostra e invita alla visita della raccolta inedita. Sarà inaugurata oggi, alle 16, alla "Città antiquaria" di via Vallecamonica 19, a Brescia, la personale di Giacomo Bergomi, che rimarrà nel Centro internazionale di arte e antiquariato, sino al 28 marzo. Dentro agli spazi espositivi di questa galleria, europea nella concezione, trovano luogo e ambiente consoni, le mostre di pittura e scultura che si susseguono a ritmo stimolante. Quella di Bergomi rappresenta un'anticipazione straordinaria dell'evoluzione dell'artista che, ancora una volta, lancia il suo messaggio, obbediente e fedele al contesto della sua esistenza. La forza della lavandaia si propaga, allora, sino alle tonalità dell'acqua primitiva, si diceva, chiudendo il cerchio virtuale di un'anima sensibile che ritrova quiete, quasi fosse nel grembo materno, nell'esplosione sospesa di quest'acqua.
Le "Cascate", chiare e rumorose dei panorami andini, si confondono col poncho dipinto in tanti e tanti quadri dell'autore bresciano, che nell'America Latina ha viaggiato in lungo e in largo, e ha soggiornato durante lunghi periodi di ricerca.
Sono atmosfere che vivono in simbiosi con le cascine della Bassa, fissate nella memoria e nel cuore di chi ha ammirato il lavoro dl Giacomo Bergomi. Le "Cascate" diventano così, goccia dopo goccia, il fiume che ha scandito le sue emozioni artistiche e che, ora raffigura un rinnovato itinerario umano e pittorico.

WILDA NERVI
Da Le cascate di Bergomi, in "Giornale di Brescia", 30 gennaio 1999.

  Clicca qui per stampare
  Catalogazione delle opere di Giacomo Bergomi  
  E' in atto la catalogazione delle opere di Giacomo Bergomi  

  A Montichiari una mostra permanente, un documentario e un concerto dedicati a Giacomo Bergomi  
  Montichiari: la mostra e il documentario  

  Opere di dubbia autenticita' sul mercato bresciano  
  Il Gruppo Bergomi ha attivato procedure per il censimento dei dipinti e per contrastare la diffusione dei falsi e per promuovere lo studio della produzione del pittore.  

Sito internet a cura di Work On Web Work On Web: realizzazione siti internet per l'arte E-mail: info@workonweb.it